Viaggi enologici: i 5 paesi da scoprire per gustare il miglior vino

Viaggi enologici

Intorno alla metà del 1700, lo scienziato statunitense Benjamin Franklin aveva detto: “Il vino rende più facile la vita di tutti i giorni, meno affrettata, con meno tensioni e più tolleranza”. Noi oggi aggiungiamo che il vino ha effetti benefici sul cuore e sul cervello, allunga la vita e protegge da malattie degenerative”. Quindi bere vino fa bene, ma quali sono i migliori vini al mondo? Scopriamo alcuni viaggi enologici.

Italia

Uno dei viaggi enologici più interessanti ci porta subito in Italia, il paese nel quale il vino è condivisione e tradizione.

Nel Bel Paese, sparsi un po’ in tutte le regioni, ci sono tanti vini e vitigni, per cui si possono organizzare tour enologici in Toscana per gustare il Brunello di Montalcino e il Chianti, nel centro Italia per il Montepulciano e il Trebbiano d’Abruzzo e il Frascati laziale. Nel sud il Salice Salentino o il fiano di Avellino saranno i protagonisti di singolari viaggi enologici.

Che siano rossi o bianchi, dolci o fruttati, che abbiano un gusto vellutato o armonico, i vini italiani restano i più apprezzati al mondo.

Francia

In Francia, si organizzano tour enologici associati a degustazioni e visite alle città d’arte, durante i quali si vive un’esperienza culturale unica. Si assaporano i vini bianchi, acidi e dalle note erbacee del nord e i vini bianchi e rossi, morbidi ed equilibrati e con note fruttate del centro e del sud della Francia.

I vini francesi più famosi al mondo, considerati anche i migliori, sono sicuramente, lo Champagne, il Borgogna e il Bordeaux.

Croazia

La Croazia è terra dei sapori, dove fare tour escursionistici e degustazioni di vini, per provare gli eccellenti vini bianchi, come il Grasevina, la Malvasia di Dubrovnik e il Pošip (primo con origine geografica protetta), e vini rossi come il Postup e il Dingač, ad alto contenuto alcolico e dal gusto amaro.

I migliori vini Croati sono presenti in un viaggio enologico originale alla scoperta dei profumi e dei sapori antichi.

Spagna        

Terzo produttore mondiale di vino, la Spagna ha una lunga tradizione vinicola e un consolidato turismo enogastronomico, che porta i visitatori in giro per le cantine del paese.

Dal gusto corposo e dal grande spessore, i vini spagnoli vengono prodotti in una zona chiamata la Rioja che si trova tra Madrid e Bilbao. Quando si parla di vini spagnoli non possiamo non parlare del Tempranillo, dello Sherry dell’Andalusia e della Sangria. Il primo è a bacca rossa e matura nei primi 15 giorni di settembre; il secondo è un vino tradizionale e non un liquore alla ciliegia. La Sangria è il vino spagnolo più conosciuto ed è preparato con vini fruttati, ad alta gradazione e di colore intenso.

Australia

Un altro interessante viaggio enologico cambia continente e fa tappa in Australia, settimo produttore di vino nel mondo. Qui le degustazioni di vino locale allietano i turisti, che si godono calici di vino e bellissimi panorami.

Buoni e pregiati, i vini australiani sono prodotti principalmente nella parte meridionale del paese e bevuti in Europa e negli Stati Uniti. Sono bianchi, rossi e spumanti. Tra le uve a bacca bianca le più famose sono lo Chardonnay e lo Shiraz, a bacca nera invece il Pinot, il Merlote e il Grenache.

 

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*