Visitare Asti

asti

Una città a misura d’uomo

Molte persone al giorno d’oggi abitano in un luogo e lavorano in un altro, per necessità per scelta: spesso si trova più facilmente lavoro (quando si trova) nei centri maggiori ed ecco che ci si trova costretti a spostamenti anche parecchio gravosi. Torino è una grande città, tra le maggiori in Italia e richiama molte persone per motivi di lavoro ogni giorno, i pendolari, che viaggiano da casa propria a Torino per l loro giornata lavorative. Ma non converrebbe trasferirsi nel Capoluogo sabaudo? Asti è una città che si trova a soli 50 Km da Torino e molti suoi abitanti si spostano nel Capoluogo Regionale ogni giorno ma nonostante il tempo richiesto per tali trasferimenti non ci pensano minimamente a trasferirsi e il motivo è da ricondurre un po’ al fatto che il costo delle abitazioni a Torino sono superiori ma soprattutto al fatto che Asti è una città a misura d’uomo, cosa che le metropoli non sono affatto. Con i suoi 77 mila abitanti Asti è una città in grado di offrire molto ai suoi abitanti in termini commerciali e di servizi, circondata da colline in cui si coltivano tra le uve più rinomate in campo internazionale, con la produzione di vini unici, primo tra tutti il Barbera, tra i rossi, il moscato d’Asti e altri spumanti tra i bianchi. Asti si presenta al visitatore con angoli medievali e romanici che rappresentano un notevole interesse per il turista.

Ad Asti potrai trovare chiese, torri, palazzi storici, musei e piazze di grande interesse, devi soltanto esplorarla per scoprire tutti i suoi punti di grande interesse. La città non è grande, per cui una giornata di visita può essere sufficiente per edere i principali punti di interesse ma se hai un po’ più di tempo ti potrai perdere nei tanti borghi che sorgono sulle colline del Monferrato, sulle colline che compongono il suo territorio e gustare le tante specialità locali che soddisferanno stomaco e palato.

Cosa vedere ad Asti

La Cattedrale di Asti è un edificio antichissimo, edificio tra il ‘200 e il ‘300, un esempio di architettura gotica tra i maggiori in Italia. Da ammirare certamente è il pavimento in mosaico del suo presbiterio ma anche i magnifici affreschi e i capolavori d’arte contenuti che ammirerai tra la navata e le colonne attireranno la tua attenzione e ammirazione. Da notare anche il campanile in stile romanico che trovi sul lato Sud della Cattedrale

Palazzo Alfieri e Museo Alfieriano

Vittorio Alfieri, famoso scrittore e drammaturgo, ebbe i natali ad Asti il 16 gennaio 1749 e a lui sono intitolati numerosi Teatri tra cui il Teatro Alfieri di Torino, tra i più prestigiosi della penisola italiana. La sua casa natale oggi ospita la Fondazione Centro Studi Alfieriana e il Museo Alfieriano al fine di promuovere la conoscenza dell’artista e delle sue opere. Recentemente è stata aperta alle pubbliche visite la Casa di Alfieri, almeno nella sua stanza in cui ha avuto natali e gli appartamenti in cui visse. Visitando la casa natale e il museo, farai un percorso nella vita del Poeta.

Collegiata di San Secondo

Rientriamo in un ambito religioso visitando questa chiesa dedicata al Santo Patrono di Asti, originaria del 1200 come inizio costruzione, necessitò, però, di oltre due secoli per vedere il suo completamento. Anche in questo caso osserviamo uno stile gotico nell’interno mentre il campanile è in stile romanico. Ogni anno ad Asti si svolge il Palio, simile a quello di Siena e i drappi del palio vengono ogni anno donati a questa Chiesa.

Non ti resta che fermarti ad Asti e visitare questa interessante città immersa nelle colline del Monferrato.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*