Formentera, l’isola che non c’è esiste davvero

Quando stai arrivando, obbligatoriamente in barca da Ibiza (l’isola non ha aeroporto), capisci immediatamente di essere in un posto diverso dal solito, pieno di energia e con un’atmosfera rilassata. Quando la vedi li, davanti a te, le sensazioni che provi sono emozione ed energia pura: l’isola che non c’è esiste davvero!

Nella sua piccola lunghezza di 23 km, Formentera regala spiagge caraibiche che colpiscono anche i più scettici: Illetes, Tanga, Llevant, Cala Saona, Es Pujols, Migjorn, Es Calò, Calò d’es Mort sapranno sorprendere chiunque, ognuno trova la “sua ” spiaggia qui!

I pochi villaggi racchiudono tutta la storia e cultura della Pitiusa: Sant Francesc, la capitale, ricca di bancarelle, negozi, botteghe, tantissimi localini e musei; Sant Ferrand, con la sua famosa piazza ed il locale istituzione dell’isola, Fonda Pepe, ristorante con un’ottima paella e ritrovo di giovani ed hippies; Es Calò, antico villaggio di pescatori; Es Pujols, fulcro della movida notturna, La Savina, porto dell’isola.

Da non perdere assolutamente i due fari agli estremi dell’isola: Cap de Barberia, a picco sul mare, dove attendere in pace con se stessi i tramonti più belli, energia pura; La Mola, poco fuori dall’omonimo paesino e considerato un luogo magico da Jules Verne nelle sue opere. Sempre nel villaggio della Mola, una visita al suo mercatino hippie è d’obbligo.

Be the first to comment

Leave a Reply

Your email address will not be published.


*